Versioni alternative: dimensione testo
Istituto Comprensivo San Michele Mondovi' (CN)
Istituto Comprensivo San Michele Mondovi' (CN)
Rapporti con le famiglie

Nel nostro Istituto Comprensivo sono presenti cinque Scuole dell’Infanzia che pur lavorando tutte con il fine comune di favorire una crescita felice ed equilibrata dei bambini e delle bambine, si differenziano tra loro nelle proposte e nelle modalità.

Per raggiungere serenamente tutti gli obiettivi è necessario che la scuola diventi sempre più un luogo nel quale ciascuno è chiamato ad esercitare la propria personale responsabilità, costruita sui valori della cittadinanza: la partecipazione attiva, la solidarietà, il riconoscimento della dignità di ciascuno, il superamento del pregiudizio.

Quindi per far si che la scuola si ponga come luogo di incontro, confronto, alleanza fra genitori e insegnanti  è necessario arrivare ad un contratto formativo stipulato tra le varie componenti.

Il PATTO FORMATIVO è l’insieme degli accordi tra i docenti, genitori e alunni utili per costruire relazioni di rispetto, fiducia, collaborazione e condivisione e contribuisce allo sviluppo del reciproco senso di responsabilità e impegno.

Il Patto rappresenta non il punto di arrivo ma la base su cui innestare semplici ma chiari e condivisi accordi.

Il Patto Formativo viene inteso come qualcosa di dinamico, scritto sì, ma soprattutto agito, basato sulla partecipazione e sulla condivisione di impegni che ciascuna parte deve rispettare.

 

INSEGNANTE-BAMBINO

L’insegnante deve

  • Assumere un atteggiamento educativo coerente con il P.O.F.;
  • Accogliere e rispettare ogni singolo alunno nel suo essere “ unico e speciale”;
  • Promuovere dentro la sezione una situazione di benessere;
  • Favorire il dialogo, l’ascolto, e la collaborazione;
  • Incoraggiare il rispetto delle regole;
  • Coinvolgere il bambino in modo attivo e progettuale, stimolando interesse e curiosità.

 

INSEGNANTI-GENITORI

L’insegnante deve

  • Assumere un atteggiamento di accoglienza;
  • Illustrare nella prima assemblea la programmazione e gli eventuali progetti specifici per favorire la partecipazione dei genitori ed accogliere proposte;
  • Informare i genitori in modo dettagliato sia nelle assemblee che nei colloqui individuali;
  • Essere chiari e solleciti nelle comunicazioni e negli avvisi;
  • Offrire ai genitori momenti di confronto e collaborazione nella partecipazione concreta a laboratori, feste o incontri fuori orario.

 

GENITORI-INSEGNANTI

I genitori devono 

  • Partecipare ai momenti di incontro organizzati dalla scuola e rispettarne l’organizzazione;
  • Informarsi leggendo il P.O.F di quali sono le scelte didattiche di una scuola prima di iscrivere il proprio figlio;
  • Porsi in un atteggiamento di fiducia ed accoglienza nei confronti degli insegnanti e della scuola;
  • Porsi come giusto tramite tra il bambino e la scuola operando scelte educative che siano anche in armonia con le osservazioni che possono emergere nei colloqui con gli insegnanti;
  • Impegnarsi a non parlare mai in modo irrispettoso degli insegnanti in presenza dei bambini.

 

GENITORI-GENITORI

I genitori devono

  • Favorire il dialogo e lo scambio con tutti in particolare con i rappresentanti di sezione;
  • Salutarsi  all’ingresso all’uscita della scuola;
  • Organizzare serenamente momenti di festa o laboratori offrendo il proprio tempo e la propria professionalità per il bene comune;
  • Trovare spazi e modi all’interno della scuola dove potersi confrontare in ogni momento dell’anno scolastico.
 
 
GLI INCONTRI SCUOLA-FAMIGLIA
 

Durante l’Anno Scolastico i Rapporti Scuola-Famiglia si concretizzano secondo lo schema seguente:

  • ASSEMBLEA  : durante l’assemblea di ottobre, in occasione delle elezioni dei rappresentanti di classe, si illustrano in linea generale le attività didattiche annuali.
  • CONSIGLIO DI INTERSEZIONE (4 incontri) : organo collegiale formato da tutti i docenti dello stesso plesso di scuola dell’Infanzia e dai rappresentanti dei genitori, eletti dai genitori stessi, per ciascuna sezione presente. I rappresentanti dei genitori hanno il dovere di parlare con gli altri genitori e di fare da portavoce per eventuali problemi e/o disagi: sono una sintesi tra tutte le famiglie e la scuola.
  • COLLOQUI INDIVIDUALI (3 incontri)
  • INCONTRO NUOVI ISCRITTI  (a settembre)
  • SCUOLA APERTA : nel mese di giugno 1 giornata per i nuovi iscritti accompagnati dai genitori.

Patto Formativo

Patto formativo - versione stampabile